Progetto Esthia: #stopfemminicidio

Dopo l’ennesimo femminicidio avvenuto, stavolta, nella Capitale, l’Associazione Culturale Esthia, artiste e artisti, hanno organizzato un’azione performativa mirata a sensibilizzare il pubblico.

Il muro settecentesco, tra la Casa Internazionale delle Donne e il carcere di Regina Coeli di Roma, diventa luogo di meditazione sulle vittime.

Un uomo, dentro la gabbia della gogna, adotta i nomi delle donne uccise, le nomina, le toglie dell’anonimato, diventano così parte di lui e di chi passa per caso o per volontà.
Nel cortile, aperto ma non accessibile, alcune donne, a suon di bandeon, ballano il tango, un rito di scambio continuo di forza, segnali e gesti.
Sul fondo, una donna crea un mandala di sale, evocazione per eccellenza di un rito arcaico di pulizia e guarigione.

Con la triste media di una donna uccisa ogni tre giorni per mano di uomo col quale è affettivamente legata, la perfomance vuole stimolare la collettività a una maggiore consapevolezza, perché prenda una posizione di condanna attraverso nuove forme di contrasto attraverso un linguaggio rinnovato, per ribadire #stopfemminicidio.

ARTISTI:​Fabio Arcangeli – Danzatore e Performer

​Xavier Salinsky – Bandeon
​Mila Morandi Maiorelli – Tangeira e Formatrice e il suo gruppo
​Guendalina Salini – Artista

TITOLO:​Abtanzball

DATA E ORARIO: martedì 23 maggio 2017 – ore 19.30

LUOGO: ​via San Francesco di Sales, 1c – Roma

INFO:​Christina Heger: +39 351 0165434 – info@esthia.net
​Daniela Trincia: +39 333 2668028 – daniela.trincia@gmail.com

A CURA DI: Associazione Culturale Esthia, artisti
Progetto Esthia: un piccolo capannone industriale, dal 2007 diventa luogo di esposizione atipico, residenza d’artista, con una forte presenza non solo italiana ma anche di artiste straniere, dal Brasile al Giappone, dall’ Austria alla Romania. Un luogo di r-esistenza culturale in un contesto urbano in forte cambiamento, strettamente dedicato alla promozione di artiste donne.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

You May Also Like